• Home
  • /News
  • /Jump 2018: Il futuro è ora!
Jump 2018: Il futuro è ora!

Jump 2018: Il futuro è ora!

Si è da poco conclusa l’edizione del “Jump 2018: il futuro è ora!”, evento che ha portato a Roma volontari di Croce Rossa Italiana da tutta Italia. A tale manifestazione erano presenti anche alcuni volontari della Croce Rossa di Treviso, insieme al Presidente dott. Vincenzo Alonzi.

Molte le tematiche toccate durante il weekend del 30 novembre, tematiche che hanno visto anche come protagonisti ospiti internazionali, politici, accademici, influencer e artisti. La giornata di apertura è iniziata con i saluti istituzionali della Vice Presidente del Senato Anna Rossomando, del Governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e del Capo del Dipartimento di Protezione Civile, Angelo Borrelli. Ad accoglierli, il Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, Francesco Rocca. Questa giornata è stata anche l’occasione per poter ascoltare esperienze di ospiti quali, ad esempio, Maud Chifamba, la studentessa dello Zimbabwe inserita da Forbes tra le 5 donne più influenti dell’Africa, attiva nella battaglia per l’educazione delle ragazze provenienti dalle zone più svantaggiate del globo e Matteo Flora, imprenditore, consulente ed esperto di Reputazione Online.

La seconda giornata, sabato, è stata interamente dedicata ai REDx, nella prima parte, e a numerosi workshop, nel pomeriggio. I Redx sono angoli di approfondimento ideati sulla scorta del metodo lanciato dai TEDx, in cui personalità provenienti dal mondo delle nuove tecnologie, del sociale, delle emergenze e della migrazione hanno raccontato le sfide di oggi e del futuro, delineando visioni e obiettivi in campi d’azione vicini alla Croce Rossa. 

I workshop, invece, sono stata occasione di approfondimento di varie tematiche, quali la cooperazione internazionale, le immigrazioni, la comunicazione e molto altro.

Sempre in questa giornata si è svolta l’Assemblea Nazionale dei Giovani della Croce Rossa Italiana, con l’approvazione della “Strategia della Croce Rossa Italiana verso la Gioventù”. Si è, inoltre, svolta l’Assemblea Nazionale che ha approvato la Strategia 2018-2030, un testo innovativo per il futuro della Croce Rossa. 

Domenica 2 dicembre, il Jump si è concluso all’insegna della Cultura, con l’incontro dal titolo “Umana è l’arte della cura. Croce Rossa Italiana insieme con l’arte e la cultura per curare il presente e nutrire il futuro”, con l’artista Michelangelo Pistoletto in collegamento video da Cuba e Paolo Naldini, direttore della “Fondazione Cittàdellarte“. Un inedito dialogo tra cultura e mondo del volontariato. Infine, la star di Hollywood Sharon Stone, ha ricevuto dalle mani di Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, la Medaglia d’Oro al Merito della CRI per “l’importante impegno nell’azione umanitaria promossa e condotta in Italia e nel suo Paese di appartenenza”. L’attrice ha poi indossato la maglia della Croce Rossa Italiana donatale dai volontari. E’ stata poi premiata per il suo fondamentale contributo nella realizzazione della “Città della Pace per i Bambini” in Basilicata, ha ritirato il prestigioso riconoscimento anche per conto di Betty Williams, Premio Nobel per la Pace e ideatrice del progetto.

Tre giorni, quindi, molto intensi, ma che hanno dato la possibilità di poter essere più consapevoli e partecipi del ruolo del volontariato e di Croce Rossa, con uno sguardo sempre rivolto ad un miglioramento futuro.