Emergenze

La risposta ai disastri rappresenta una delle attività principali del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. La Croce Rossa Italiana, in linea con le strategia della Federazione Internazionale, si è sempre adoperata per garantire un’efficace e tempestiva risposta alle emergenze nazionali ed internazionali.

L’aggravarsi della frequenza e dell’intensità degli eventi meteorologici, anche causati dal riscaldamento globale, una gestione poco attenta del territorio e dell’ambiente e il crescente numero di persone che vivono in condizioni precarie richiede un impegno sempre maggiore delle Organizzazioni nel soccorso alle popolazioni colpite. La Croce Rossa Italiana si adopera per garantire un’efficace e tempestiva risposta alle emergenze nazionali ed internazionali, attraverso la formazione delle comunità e lo sviluppo di un meccanismo di risposta ai disastri altrettanto efficace e tempestivo.

La gestione sistematica delle emergenze e dei disastri inizia con la preparazione ad un’azione condotta da volontari e staff organizzati ed addestrati, nonché con la pianificazione ed implementazione di attività volte a ridurre il rischio di disastri ed emergenze, anche incoraggiando l’adozione di misure comportamentali ed ambientali, ed a prevenire e ridurre la vulnerabilità delle comunità. Gli effetti di un disastro possono essere ridotti se la situazione viene stabilizzata il prima possibile, consentendo quindi alle persone di iniziare a ricostruire le proprie vite e la propria comunità.

L’intervento a seguito di un disastro mira a facilitare il ristabilimento dei meccanismi interni della comunità colpita, promuovendo la ricostruzione di una società più inclusiva e riducendo il rischio di vulnerabilità in caso di disastri futuri. Gli obiettivi specifici della Croce Rossa Italiana nell’ambito delle Attività in

Emergenza sono:

  • Salvare vite e fornire assistenza immediata alle comunità colpite dal disastro •
  • Ridurre il livello di vulnerabilità delle comunità di fronte ai disastri •
  • Assicurare una risposta efficace e tempestiva ai disastri ed alle emergenze nazionali ed internazionali
  • Ristabilire e migliorare il funzionamento delle comunità a seguito di disastri e costituiscono attività quadro:
    • •le attività di prevenzione e preparazione delle comunità ai disastri
    • le attività di risposta alle emergenze nazionali
    • la risposta ai disastri internazionali
    • le attività psico-sociali in emergenza
    • il recupero e il ripristino a seguito di disastri e crisi
    • l’assistenza sanitaria in occasione di grandi eventi
    • i soccorsi speciali (soccorsi con mezzi e tecniche speciali, operatori polivalenti di salvataggio in acqua, unità cinofile, soccorsi su piste da sci e il settore NBRC – nucleare, bilogico, chimico, radiologico);
    • le attività di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici

Da sempre il Comitato di Treviso si è adoperato nei vari disastri, mobilitando il proprio personale volontario con mezzi e attrezzature. Grazie alla formazione e all’esperienza dei Volontari, abbiamo partecipato alle piccole a grandi emergenze degli ultimi 30 anni dal livello locale a quello internazionale.

Non meno importante è l’opera frequente e silenziosa che, con cadenza mensile e annuale, i Volontari del Comitato di Treviso svolgono durante tutte le manifestazioni programmate con grande afflusso di persone, quali: manifestazioni, concerti e visite di autorità.

Tutto il personale della Croce Rossa Italiana per operare nell’ambito delle Attività in Emergenza deve frequentare un corso teorico-pratico base e – successivamente – è possibile frequentare corsi superiori o di specializzazione.

L’organizzazione interna dell’Area 3 è articolata in modo tale da avere personale reperibile h24 365 giorni l’anno, ma il punto di riferimento è il Delegato Tecnico Area 3, al quale aspetta il coordinamento generale insieme al Delegato Vicario e allo staff d’Area.

Per ulteriori informazioni: sol@critreviso.it